Personal tools
You are here: Home Coordinamento Secondarie Roma lettera aperta alla Federazione nazionale della stampa italiana
Document Actions

lettera aperta alla Federazione nazionale della stampa italiana

by coordsecondarie last modified 2009-09-18 14:17

Sabato 19 settembre saremo anche noi a piazza del Popolo, accanto alla FNSI e a tutte le altre forze di questo Paese che riconoscono il diritto alla libera informazione come basilare per la conservazione della democrazia ...

Sabato 19 settembre saremo anche noi a piazza del Popolo, accanto alla FNSI e a tutte le altre forze di questo Paese che riconoscono il diritto alla libera informazione come basilare per la conservazione della democrazia, insieme ad altri diritti che riteniamo fondamentali per l’individuo e la collettività.

In particolare, in questo delicato momento socio-politico, impieghiamo le nostre energie per la salvaguardia e la sopravvivenza della scuola pubblica, svuotata di contenuti,dignità e qualità da una insulsa politica di tagli di risorse.

Abbiamo sentito forte l’esigenza di unire le nostre singole istanze di lavoratori, studenti e genitori delle scuole secondarie di Roma rivolte ad un unico scopo comune: la tutela del diritto al sapere, garantito dalla nostra Carta Costituzionale e minato da attacchi scellerati volti alla privatizzazione dell’istruzione.

Con orgoglio stiamo costruendo un movimento che cresce ogni giorno e lavora e si confronta con le altre realtà presenti nel mondo della scuola.

Dobbiamo con rammarico riscontrare la scarsa attenzione che la stampa “libera” e d’opposizione presta a queste vicende. Troppo spesso le iniziative che dai primi giorni di settembre continuano a moltiplicarsi in tutto il Paese, trovano solo lo spazio di un trafiletto. Ed è avvilente vedere stravolto il senso delle proprie parole, grazie ad abili aggiustamenti, dopo aver “elemosinato” una piccola intervista.

Noi ci saremo in piazza il 19 settembre, è un preciso dovere civico di ogni cittadino responsabile e democratico difendere la libera informazione, ma chiediamo a gran voce un atto di coraggio e responsabilità anche a voi: un sostegno reciproco, noi a piazza del Popolo con voi, voi in piazza con noi, davanti alle scuole mentre volantiniamo, nelle nostre assemblee, nei seminari che organizziamo, nei presidi degli insegnanti precari, costantemente, senza mai abbassare la guardia, mantenendo alta l’attenzione e dedicando all’argomento almeno tutta una pagina ogni giorno, dando spazio alle realtà locali.

Solidarietà, questa è la parola d’ordine. Noi siamo pronti e voi?

 

Coordinamento dei lavoratori, studenti e genitori delle scuole secondarie di Roma