Personal tools
You are here: Home Coordinamento Secondarie Roma Iniziative Documento dell'assemblea tenutasi al Cavour il 25.02.2010
Document Actions

Documento dell'assemblea tenutasi al Cavour il 25.02.2010

by Red — last modified 2010-03-24 19:33

Approvato all’unanimità da n. 22 (ventidue) scuole presenti, costituitesi in Coordinamento unitario permanente

l Coordinamento dei lavoratori, studenti e genitori delle scuole secondarie di Roma, riunitosi il giorno 25/2/2010 in assemblea con i rappresentanti dei consigli d’istituto, di circolo e dei comitati genitori delle scuole sotto elencate, presso il  Liceo Scientifico “Cavour”, ha avviato la mobilitazione delle Scuole romane e ha approvato quanto segue:
 

  1. Dal giorno 13 marzo, giorno successivo allo sciopero generale della scuola indetto da COBAS e FLC-CGIL,  un Istituto al giorno, fra quelli che aderiranno alla mobilitazione, a staffetta,  interromperà le attività didattiche per un giorno ed effettuerà un’Assemblea aperta con genitori, studenti, docenti, ATA, durante la quale si affronteranno i temi dei tagli ai finanziamenti e delle “controriforme” con cui  si sta distruggendo la scuola pubblica , impoverendola nel curricolo, nei tempi della didattica, negli  organici. Nello stesso giorno una delegazione di studenti, docenti e genitori di altra scuola manifesterà in modo mediaticamente visibile di fronte al MIUR (ad esempio si potranno utilizzare cartelli con  parole d’ordine identiche, del tipo ”non si innova con i tagli”, la scuola pubblica  non ha più una lira”, “lo Stato paghi i suoi debiti alle scuole”, “Le scuole vantano crediti per 1,5 miliardi  di euro”, “Meno auto blu e più soldi per il funzionamento delle Scuole” ecc. I manifestanti saranno accanto ad una pupazza di cartapesta, anziana, con toppe e tagli nel vestito, che simbolicamente rappresenti l’attuale scuola  pubblica,  e a favore della quale i manifestanti stessi  chiederanno l’elemosina ai passanti). Assemblee aperte e picchetti si alterneranno per una durata corrispondente alle adesioni , che speriamo siano numerose, così da permettere di essere sui “media” per un periodo di almeno 2 mesi.

    La mobilitazione non cesserà neanche se si sarà “bucato” il video. Ci si fermerà solo finché si otterranno i seguenti  risultati  (come i lavoratori sui tetti):
    - impegno dello Stato a pagare i debiti alle scuole
    - ritiro della proposta di riordino della secondaria, il cui iter, peraltro, è tutt’altro che  concluso
    - ritiro della “riforma” della scuola del Primo ciclo
    - ritiro dei tagli previsti dalla finanziaria 2008 per il triennio 2008/011
    - nomina in ruolo dei precari su tutti i posti vacanti
    - il ritiro e la revisione del tetto del 30% degli studenti stranieri nelle classi di ogni ordine e grado
  2.  
    In ogni scuola i genitori verranno informati sulla situazione finanziaria, attraverso volantini  ai quali saranno allegate tabelle che riportino i residui attivi (i crediti  che le  scuole   devono esigere dallo Stato) e i residui passivi (i debiti che le scuole hanno con il personale, i  fornitori…)
  3. In ogni scuola si propone di proiettare la copia della trasmissione “Presa diretta” che Riccardo Iacona ha dedicato alla scuola, da cui prendere spunto per il dibattito
  4. Il 10 aprile, giorno proposto nell’assemblea del 23 febbraio dal Circolo didattico 49°e da altre scuole presenti, per una iniziativa di tutte le scuole romane, si realizzerà un nuovo “No Gelmini day” con manifestazione cittadina.
  5. In tutte le scuole, concordando la decisione  con i Comitati dei genitori, si proporrà di non versare, all’atto dell’iscrizione,  il contributo volontario ( posizione prevalsa in assemblea ) che nell’attuale situazione rischierebbe di diventare risorsa  sostitutiva del mancato finanziamento statale

Il presente documento verrà pubblicato sul sito del Coordinamento delle Scuole Secondarie romane e su altri siti che vorranno farlo proprio. Su tale documento si accoglieranno adesioni per via e-mail a - coordsecondarie@gmail.com

Approvato all’unanimità da n. 22 (ventidue) scuole presenti, costituitesi in Coordinamento unitario permanente
 
 
LS “ Talete”  
Sms “ S. Benedetto “
I.C. “Antonio De Curtis”
LS “ Socrate”
IC “ Guicciardini”
LS “ L.Pasteur”
LS “ Kant”
IC “ Aristide Leonori”
LA “ G.De Chirico”
IC “ V.le Adriatico”
LS “ Manin”
IC “ Regina Margherita”
LS “A. Avocadro”
Sms “Rugantino”
71° circolo did.” S. Valitutti”
LS “Primo Levi”
LS “Russell
Sms “G.Toniolo”
24° circolo “ F.Crispi”
LS “Morgagni”
Liceo Ist. Mag. Vittoria Colonna”
LS  “C. Cavour”
LC “Mamiani”
 
 
Prime adesioni:
docenti liceo classico Montale
IPSSCTG "Marco Polo" di Monterotondo
Associazione nazionale "Per la Scuola della Repubblica"
l'USI AIT SCUOLA e l'USICONS, alunni, professori, genitori e corpo ATA degli istituti "E. Fermi", "M. Polo" e "E. Montale" di Ventimiglia e Bordighera. I rappresentanti dei genitori della scuola Carlo Levi, Maria Luigia Pellicciari, Luigi Narducci
docente del Liceo scientifico statale 'C. Cavour', Rete degli Studenti Roma, Coordinamento Genitori Democratici, RETE CONTRO LA CRISI di Roma, 49° circolo didattico “ Principe di Piemonte”, 126° CIRCOLO IQBAL MASIH, comitato genitori della scuola Di Donato, Liceo E. Amaldi di Roma, docenti del  Liceo scientifico M.Malpighi, comitato misto Liceo "Virgilio" Roma, Piergiorgio Bergonzi-respons. naz. scuola PdCI  federazione della sinistra, Claudia Falconi cittadina genitore e lavoratrice atipica della scuola, PROF.SSA MARGHERITA HACK, band " Radici nel cemento", RdB/cub Scuola , Coordinamento Precari Scuola Forlì-Cesena, Rimini, Ravenna