Personal tools
You are here: Home Coordinamento Secondarie Roma articoli gli effetti dell'appello
Document Actions

gli effetti dell'appello

by coordsecondarie last modified 2009-08-18 19:21

L’appello inviato ai parlamentari di Camera e Senato ha sortito i seguenti effetti: • La sen. Finocchiaro (Pd) ha immediatamente risposto che il suo partito avrebbe tenuto conto delle nostre osservazioni nel parere di minoranza al DPEF 2010-2013, ma come potete vedere dall’allegato, nulla è stato riportato • Siamo stati ricevuti dal presidente della Commissione Cultura del Senato, sen. Rusconi (Pd), insieme al sen. Vita (Pd) e successivamente da un componente della Commissione Cultura della Camera on. Zazzera (Idv ). Entrambe le rappresentanze parlamentari incontrate, pur avendo mostrato ...

L’appello inviato ai parlamentari di  Camera e Senato ha sortito i seguenti effetti:
 
• La sen. Finocchiaro (Pd) ha immediatamente risposto che il suo partito avrebbe tenuto conto delle nostre osservazioni nel parere di minoranza al DPEF 2010-2013, ma come potete vedere dall’allegato, nulla è stato riportato
• Siamo stati ricevuti dal presidente della Commissione Cultura del Senato, sen. Rusconi (Pd), insieme al sen. Vita (Pd) e successivamente da un componente della Commissione Cultura della Camera on. Zazzera (Idv ). Entrambe le rappresentanze parlamentari incontrate, pur avendo mostrato interesse e parziale condivisione del nostro documento, SOPRATTUTTO RIGUARDO a porre in discussione LA LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE PRESENTATA NEL 2006, DURANTE LA XV LEGISLATURA E CHIUSA IN QUALCHE CASSETTO, non hanno dato seguito alle promesse fatte in quella sede, ossia inserire le nostre argomentazioni all’interno di pareri, emendamenti, risoluzioni e/o ordini del giorno da presentare prima delle votazioni finali per l’approvazione del DPEF 2010-2013.  ( in allegato – schema di parere comm. PD Senato )
A questo punto, vista l’indifferenza manifestata dalle forze cosiddette “di opposizione” alle istanze di noi comuni cittadini, la nostra lotta si fa ancora più dura, avendo avuto ulteriore conferma che dentro questo parlamento non ci sono forze “amiche”. Soltanto Pdci, Prc e Sinistra e Libertà hanno accolto favorevolmente l’appello fin dal momento in cui è stato proposto durante la Tavola Rotonda del 10 luglio scorso, durante la quale i rappresentanti dei suddetti partiti presenti hanno immediatamente supportato l’iniziativa (che si è ritenuto di non farla però sottoscrivere da dette forze per non dare al documento una identificazione partitica, che non è nell’interesse del movimento).
 
Rimane confermata, come deciso durante la riunione del 23 luglio scorso, una forte iniziativa per il primo giorno di scuola che andremo a definire i primissimi giorni di settembre, ma che stiamo già preparando, continuando l’opera di sensibilizzazione ed informazione attraverso la predisposizione di documenti/volantini a cura di gruppi di lavoro, che dovranno essere diffusi già fin dai giorni in cui le scuole riapriranno per gli esami di riparazione.
 
Da valutare poi la proposta giunta dagli insegnanti precari di organizzare per la fine di settembre a Napoli un’assemblea nazionale di tutti i vari coordinamenti della scuola. Si ritiene che tale proposta  insieme alle altre iniziative di inizio anno scolastico siano da preparare e decidere in una assemblea dei coordinamenti romani da tenersi entro i primi giorni di settembre.
 
Ulteriore proposta da parte della FLC Cgil  Roma Centro per un’assemblea Rsu scuola allargata alle altre componenti scolastiche che si terrà il giorno 8 settembre presso il Liceo Mamiani ( luogo da confermare ) verso le 17,30.